Wishlist

Non hai prodotti nella lista dei desideri
Per aggiungerli, vai in una scheda o anteprima prodotto e clicca su: Aggiungi alla lista dei desideri
converti questa lista in carrello
Carrello
il tuo carrello

Il tuo carrello è al momento vuoto
Continua i tuoi acquisti e scegli tra
consegna a domicilio o in negozio
Store
Menu Chiudi
  • Naviga per marca
  • Offerte

Condizionatore per la casa, come sceglierlo?

Scegliere il condizionatore per casa può sembrare un gioco da ragazzi, ma ci sono una serie di elementi che è bene valutare con molta attenzione.

Per alcuni è l’invenzione del secolo, l’ancora di salvezza per combattere caldo e umidità, il porto sicuro dove rifugiarsi nelle giornate più calde. Per altri è il nemico numero uno, la causa di raffreddori e acciacchi, la sciagura da cui fuggire non appena viene acceso. Stiamo parlando del condizionatore, un apparecchio utilizzato in estate per trovare scampo alla calura e in inverno per avere il clima ideale fra le mura domestiche. Se stai pensando di acquistarne uno, ecco alcuni consigli da seguire per sapere come scegliere un condizionatore per casa.

Come scegliere un condizionatore? Le tipologie

Se il tuo sogno nel cassetto è l’acquisto di un condizionatore per casa la prima cosa importante da sapere è che il climatizzatore non serve soltanto per regolare la temperatura, ma anche per mantenere il giusto livello di umidità e filtrare l’aria che respiri. Per regolare l’umidità e purificare l’aria degli ambienti, oltre a pensare a un condizionare potresti anche scegliere un deumidificatore (Link articolo Come scegliere il deumidificatore per casa e a cosa serve?), che svolge questa specifica funzione.

Così come esistono i pc portatili, allo stesso modo in commercio potrai trovare i condizionatori portatili. Questi apparecchi non sono stati progettati affinchè tu li possa portare comodamente con te mentre sei a fare la spesa o in fila alla posta, ma per essere spostati da una stanza all’altra dell’abitazione. Se vuoi avere della frescura in un piccolo ambiente, fino a circa 40 m2, il condizionatore portatile è la soluzione che fa per te. Dovrai però tenere presente che questi apparecchi sono meno potenti rispetto ai  climatizzatori fissi, più rumorosi (se ne posizioni uno in camera da letto la notte difficilmente potrai dormire sonni tranquilli) e hanno bisogno di una via d’uscita per l’aria calda, costituita da un foro nella finestra del locale o da un’anta socchiusa da cui far fuoriuscire il tubo di scarico. 

Se il tuo desiderio è invece quello di avere un ambiente-ghiacciaia è meglio se ti orienti verso un condizionatore per casa fisso o senza unità esterna. Massima efficienza e maggiore silenziosità sono le principali caratteristiche di questo apparecchio: tali elementi sono legati al fatto che il compressore è separato rispetto all’unità che eroga l’aria e viene posizionato all’esterno dell’abitazione. Vuoi climatizzare un solo locale? Opta per la soluzione “monosplit”. I locali da rinfrescare sono di più? Meglio allora scegliere il “multisplit”, con cui a un unico compressore sono associati più climatizzatori per casa

Cosa valutare quando si sceglie un condizionatore per casa?

Se sei alla disperata ricerca di un condizionatore per casa affidarsi alla prima soluzione che ti capita non è una buona idea. Per sapere come scegliere un condizionatore in modo ragionato è infatti importante valutare diversi elementi, come la BTU. Questa sigla non sta per “Bello Tecnologico e Utile”, bensì per “British Termal Unit”, ovvero l’unità standard con cui si indica la capacità refrigerante dell’apparecchio. Maggiore è il numero di BTU, maggiore sarà la superficie che un climatizzatore sarà in grado di rinfrescare efficacemente. Sembrerebbe tutto molto bello vero? Beh, sappi però che a un maggior numero di BTU corrisponde una maggiore potenza dei condizionatori e…una bolletta più alta!

La presenza dell’inverter è poi un altro elemento fondamentale quando si parla di come scegliere un condizionatore. Se hai un modello di climatizzatore semplice e un po’ attempato vedrai che presenta solo la modalità on/off, con cui puoi accendere e spegnere l’apparecchio. I condizionatori per casa più recenti hanno invece un inverter, ovvero una tecnologia con cui puoi, con somma gioia, ottimizzare i consumi: questo congegno permette infatti di modulare la forza erogata in relazione alla temperatura esterna. Ora che hai tutti gli elementi in mano per decidere, sei pronto a scegliere il miglior condizionatore per la tua casa

Torna in alto

Condizionatore per la casa, come sceglierlo?

Scegliere il condizionatore per casa può sembrare un gioco da ragazzi, ma ci sono una serie di elementi che è bene valutare con molta attenzione.

Per alcuni è l’invenzione del secolo, l’ancora di salvezza per combattere caldo e umidità, il porto sicuro dove rifugiarsi nelle giornate più calde. Per altri è il nemico numero uno, la causa di raffreddori e acciacchi, la sciagura da cui fuggire non appena viene acceso. Stiamo parlando del condizionatore, un apparecchio utilizzato in estate per trovare scampo alla calura e in inverno per avere il clima ideale fra le mura domestiche. Se stai pensando di acquistarne uno, ecco alcuni consigli da seguire per sapere come scegliere un condizionatore per casa.

Come scegliere un condizionatore? Le tipologie

Se il tuo sogno nel cassetto è l’acquisto di un condizionatore per casa la prima cosa importante da sapere è che il climatizzatore non serve soltanto per regolare la temperatura, ma anche per mantenere il giusto livello di umidità e filtrare l’aria che respiri. Per regolare l’umidità e purificare l’aria degli ambienti, oltre a pensare a un condizionare potresti anche scegliere un deumidificatore (Link articolo Come scegliere il deumidificatore per casa e a cosa serve?), che svolge questa specifica funzione.

Così come esistono i pc portatili, allo stesso modo in commercio potrai trovare i condizionatori portatili. Questi apparecchi non sono stati progettati affinchè tu li possa portare comodamente con te mentre sei a fare la spesa o in fila alla posta, ma per essere spostati da una stanza all’altra dell’abitazione. Se vuoi avere della frescura in un piccolo ambiente, fino a circa 40 m2, il condizionatore portatile è la soluzione che fa per te. Dovrai però tenere presente che questi apparecchi sono meno potenti rispetto ai  climatizzatori fissi, più rumorosi (se ne posizioni uno in camera da letto la notte difficilmente potrai dormire sonni tranquilli) e hanno bisogno di una via d’uscita per l’aria calda, costituita da un foro nella finestra del locale o da un’anta socchiusa da cui far fuoriuscire il tubo di scarico.

Se il tuo desiderio è invece quello di avere un ambiente-ghiacciaia è meglio se ti orienti verso un condizionatore per casa fisso o senza unità esterna. Massima efficienza e maggiore silenziosità sono le principali caratteristiche di questo apparecchio: tali elementi sono legati al fatto che il compressore è separato rispetto all’unità che eroga l’aria e viene posizionato all’esterno dell’abitazione. Vuoi climatizzare un solo locale? Opta per la soluzione “monosplit”. I locali da rinfrescare sono di più? Meglio allora scegliere il “multisplit”, con cui a un unico compressore sono associati più climatizzatori per casa

Cosa valutare quando si sceglie un condizionatore per casa?

Se sei alla disperata ricerca di un condizionatore per casa affidarsi alla prima soluzione che ti capita non è una buona idea. Per sapere come scegliere un condizionatore in modo ragionato è infatti importante valutare diversi elementi, come la BTU. Questa sigla non sta per “Bello Tecnologico e Utile”, bensì per “British Termal Unit”, ovvero l’unità standard con cui si indica la capacità refrigerante dell’apparecchio. Maggiore è il numero di BTU, maggiore sarà la superficie che un climatizzatore sarà in grado di rinfrescare efficacemente. Sembrerebbe tutto molto bello vero? Beh, sappi però che a un maggior numero di BTU corrisponde una maggiore potenza dei condizionatori e…una bolletta più alta!

La presenza dell’inverter è poi un altro elemento fondamentale quando si parla di come scegliere un condizionatore. Se hai un modello di climatizzatore semplice e un po’ attempato vedrai che presenta solo la modalità on/off, con cui puoi accendere e spegnere l’apparecchio. I condizionatori per casa più recenti hanno invece un inverter, ovvero una tecnologia con cui puoi, con somma gioia, ottimizzare i consumi: questo congegno permette infatti di modulare la forza erogata in relazione alla temperatura esterna. Ora che hai tutti gli elementi in mano per decidere, sei pronto a scegliere il miglior condizionatore per la tua casa

Torna in alto

Assistenza clienti

Scrivici
Ordina per: Rilevanza
  • Rilevanza
  • Prezzo più basso
  • Prezzo più alto
Filtra per: Attivi
cancella tutti i filtri
PRODOTTI PER PAGINA 
Mostra di più
elimina tutti i filtri
Ordina per: Rilevanza
  • Rilevanza
  • Prezzo più basso
  • Prezzo più alto
PRODOTTI PER PAGINA 
elimina tutti i filtri
Ordina per: Rilevanza
  • Rilevanza
  • Prezzo più basso
  • Prezzo più alto
PRODOTTI PER PAGINA 
X

Notifica disponibilità

Inserisci il tuo indirizzo mail per essere avvisato non appena il prodotto tornerÀ disponibile

X

Associa la tua Unieuro Card!

Inserisci qui sotto il numero della tua tessera e premi il tasto Associa

X

Premi il tasto Dissocia per dissociare la carta

Premi il tasto Dissocia per dissociare la carta

Aggiungi alla wishlist