NUOVO
DIGITALE TERRESTRE

Ecco cosa c’è da sapere sul nuovo digitale terrestre

Nuovo Digitale Terrestre | Unieuro


SWITCH OFF TV: COSA E QUANDO

A partire da settembre 2021, assisteremo a uno Switch-off TV o meglio al passaggio a un nuovo segnale televisivo terrestre. Esso si caratterizza per il passaggio, nell’attuale sistema del digitale terrestre in DVB-T, dalla codifica MPEG2 alla codifica MPEG4, il cambio di frequenze di molti canali (per alcuni è richiesta una risintonizzazione da eseguire direttamente sulla TV). A partire dal 2023 con modalità che il governo deciderà con un successivo provvedimento, è previsto l’abbandono dell’attuale sistema di trasmissione DVB-T e il progressivo passaggio alle trasmissioni DVB-T2 HEVC. E’ stata fissata per l’8 marzo 2022 l’attivazione in tutta Italia della codifica MPEG-4 per la trasmissione di tutti i programmi delle emittenti televisive nazionali. Tuttavia, alcuni canali nazionali potranno essere trasmessi contemporaneamente anche con il vecchio codec video MPEG2 sino al 31 dicembre 2022, data in cui avverrà la completa dismissione della codifica MPEG-2 e oltre la quale i canali verranno trasmessi soltanto con la nuova codifica. Per le emittenti locali invece la transizione alla nuova codifica avverrà per aree geografiche in contemporanea con le tappe del processo di refarming (liberazione delle frequenze in banda 700Hz). Alle emittenti locali non sarà concessa la trasmissione in simulcast dei canali con il vecchio codec Mpeg-2. E’ necessario quindi comprendere se il proprio TV riesce a supportare la variazione di segnale, se va sintonizzato tramite decoder o se è necessario cambiare dispositivo con uno nuovo acquistato a partire dal 22 dicembre 2018. Per approfondire la questione e saperne di più, leggi la nostra guida approfondita sul nuovo standard del digitale terrestre su Unieuro.it.


COME VERIFICARE SE IL TELEVISORE È DVB-T2

Puoi accertarti che la TV sia in grado di ricevere la nuova codifica provando a vedere i canali già disponibili in HD: ad esempio 501 per RAIUNO HD, 505 per Canale 5 HD e 507 per LA7 HD. Se almeno un canale HD sarà visibile, la tua TV è in grado di supportare la codifica MPEG-4. In caso contrario, per potere continuare a vedere l’intera programmazione televisiva, potresti aver bisogno di sostituire la tua TV o il tuo decoder. Infine, puoi verificare che la tua TV sia compatibile con il cambiamento previsto a partire da gennaio 2023 – quando verrà introdotta l’attivazione del DVB-T2 con il nuovo sistema di codifica HEVC Main10 – provando a visualizzare i canali di test 100 e 200; se vedi RAIUNO sul canale 1 allora verifica che sul canale 100 appaia la scritta “Test HEVC Main10”; analogamente se vedi Canale 5 sul canale 5, verifica che sul canale 200 appaia la medesima scritta. Se compare tale scritta, l’apparato è compatibile con il nuovo standard di trasmissione. Se invece i canali non sono reperibili o non risultano chiaramente visibili è opportuno e consigliabile effettuare una risintonizzazione; solo nei casi in cui, anche dopo aver terminato tale procedura, persistessero problemi nel visualizzare la schermata o i canali di test non vengano proprio visualizzati (pur digitando 100 e/o 200 la TV rimane sintonizzata sul canale che si stava già visualizzando) dovrai necessariamente procedere all’acquisto di nuovi apparati per continuare a vedere i tuoi programmi preferiti anche dopo gennaio 2023, quando verrà avviata l’attivazione del digitale terrestre di seconda generazione.


VERIFICA DVB-T2: COME SCEGLIERE IL DECODER

Il decoder è lo strumento che permette al televisore di funzionare qualora non fosse compatibile: consente, infatti, di sintonizzare i nuovi canali permettendo la visione regolare. Ma come collegare il decoder DVB-T2? Il decoder può essere collegato al TV attraverso un singolo cavo HDMI. Qualora il televisore fosse troppo vecchio per supportare la presa, si può optare per un decoder con uscita Scart che tuttavia rende la trasmissione meno chiara e precisa.


NUOVO DIGITALE TERRESTRE: TV COMPATIBILI

I televisori compatibili con DVB-T2 sono molti. I migliori brand hanno infatti lanciato da alcuni anni TV compatibili con nuovo digitale terrestre che non necessitano di ulteriori verifiche per la trasmissione del segnale terrestre. Se la tua TV è stata acquistata a partire dal 22 dicembre 2018, sicuramente sarà compatibile con il nuovo digitale terrestre poiché da quella data i negozianti sono obbligati a vendere apparati che supportano il nuovo standard DVB-T2 e il relativo sistema di codifica HEVC Main10. Puoi quindi accertare che la tua TV supporti i nuovi standard, che verranno attivati a partire da gennaio 2023, verificando che nel manuale e/o nella scheda tecnica della televisione sia presente l’indicazione DVB-T2 HEVC Main10.


NUOVO DIGITALE TERRESTRE: DECODER COMPATIBILI

Diversamente da quanto si potrebbe pensare, non tutti i decoder sono uguali e non tutti sono compatibili con con il nuovo digitale terrestre. È quindi importante sceglierlo in base alle caratteristiche, alle funzionalità, al prezzo, e valutando vari altri parametri. Il nuovo decoder dovrà necessariamente essere dotato di tuner DVB-T2 per essere collegato al TV e dovrà essere compatibile con i servizi di pay TV e TV streaming per poter vedere la TV a pagamento. I decoder per il digitale terrestre possono essere Smart oppure funzionare tramite connessione via cavo o Wi-Fi, e se possiedono un hard disk incorporato permettono di vedere tutti i film e le serie TV che desideri senza problemi. I decoder poi, possono avere formati diversi: quelli più diffusi in commercio si collegano alla TV con cavo HDMI. Altri invece si collegano con la presa SCART che però è sempre meno presente sul mercato. Infine possiedono un telecomando con cui interagire per poter cambiare canale o fare azioni che interessano direttamente il decoder.


Scopri tutti i decoder compatibili

Scopri tutti i TV



E' il momento di cambiare TV!

Scopri tutti i migliori TV di ultima generazione compatibili con il nuovo digitale terrestre, scegli il TV più adatto a te!


BONUS TV

Sebbene necessari per continuare a vedere i programmi TV, i decoder non sono sempre economici e possono rappresentare una spesa non indifferente. Per questo consigliamo di utilizzare il bonus TV messo a disposizione dal ministero dello sviluppo economico. Per saperne di più su valori e criteri di adozione, invitiamo a visitare la pagina dedicata sul Bonus TV.
Clicca qui e consulta l'elenco dei Punti Vendita aderenti.


Domande e risposte sul nuovo digitale terrestre

Tutte le risposte alle domande più frequenti sul nuovo digitale terrestre
  • Mostra di più
    • Quando entra in vigore il nuovo digitale terrestre?
      A partire dal 2023 con modalità che il governo deciderà con un successivo provvedimento, è previsto l’abbandono dell’attuale sistema di trasmissione DVB-T e il progressivo passaggio alle trasmissioni DVB-T2 HEVC. E’ stata fissata per l’8 marzo 2022 l’attivazione in tutta Italia della codifica MPEG-4 per la trasmissione di tutti i programmi delle emittenti televisive nazionali. Tuttavia, alcuni canali nazionali potranno essere trasmessi contemporaneamente anche con il vecchio codec video MPEG2 sino al 31 dicembre 2022, data in cui avverrà la completa dismissione della codifica MPEG-2 e oltre la quale i canali verranno trasmessi soltanto con la nuova codifica.
    • Nuovo digitale terrestre: quali sono i TV compatibili?
      I televisori compatibili con il nuovo digitale terrestre sono tutti i modelli acquistati dopo il 22 dicembre 2018. I modelli venduti tra il 2013 e il 2017 potrebbero essere già in grado di ricevere il segnale terrestre ma molto dipende da televisore a televisore. Tutti gli altri TV, invece, essendo molto vecchi, necessitano di un’integrazione con il decoder.
    • DVB-T2: cosa significa?
      Il termine DVB-T2 significa “Digital Video Broadcasting Terrestrial 2” e sta a indicare che il dispositivo TV può decodificare il nuovo segnale televisivo digitale trasmesso dall'infrastruttura terrestre, tramite la normale antenna televisiva posizionata sul tetto di casa, con codifica HEVC (High Efficiency Video Coding).
    • DVB-T2: quali televisori sono compatibili?
      Come capire se il TV è DVB-T2? Per capire se il proprio TV è compatibile basta accendere il canale test DVB-T2 100 oppure 200 del televisore e vedere se i canali test digitale terrestre sono visibili. Qualora non lo fosse è necessario aggiornare i canali per sintonizzare la TV. Questo è un ottimo modo per verificare se il televisore è DVB-T2.
    • Come collegare il decoder DVB-T2?
      Il decoder può essere collegato al TV attraverso un singolo cavo HDMI. Qualora, in caso contrario il televisore fosse troppo vecchio per supportare la presa, si può optare per decoder con uscita Scart che tuttavia rende la trasmissione meno chiara e precisa.
    • Quali sono i decoder Sky compatibili con DVB-T2?
      La Sky Digital Key non è compatibile con il nuovo standard DVB-T2 HEVC. Tuttavia il decoder Sky Q è già predisposto al nuovo standard DVB-T2 HEVC e pertanto consente di continuare a guardare i canali del digitale terrestre senza dover cambiare la TV.
    • Quali sono i televisori Sony compatibili con DVB-T2?
      La maggiormente parte dei TV Sony della gamma 2017 e successivi sono compatibili con digitale terrestre.
    • Quali sono i televisori LG compatibili con DVB-T2?
      Le TV recenti di LG sono compatibili con le nuove trasmissioni del digitale terrestre.

NUOVO
DIGITALE TERRESTRE

Ecco cosa c’è da sapere sul nuovo digitale terrestre

Nuovo Digitale Terrestre | Unieuro

SWITCH OFF TV: COSA E QUANDO

A partire da settembre 2021, assisteremo a uno Switch-off TV o meglio al passaggio a un nuovo segnale televisivo terrestre. Esso si caratterizza per il passaggio, nell’attuale sistema del digitale terrestre in DVB-T, dalla codifica MPEG2 alla codifica MPEG4, il cambio di frequenze di molti canali (per alcuni è richiesta una risintonizzazione da eseguire direttamente sulla TV). A partire dal 2023 con modalità che il governo deciderà con un successivo provvedimento, è previsto l’abbandono dell’attuale sistema di trasmissione DVB-T e il progressivo passaggio alle trasmissioni DVB-T2 HEVC. E’ stata fissata per l’8 marzo 2022 l’attivazione in tutta Italia della codifica MPEG-4 per la trasmissione di tutti i programmi delle emittenti televisive nazionali. Tuttavia, alcuni canali nazionali potranno essere trasmessi contemporaneamente anche con il vecchio codec video MPEG2 sino al 31 dicembre 2022, data in cui avverrà la completa dismissione della codifica MPEG-2 e oltre la quale i canali verranno trasmessi soltanto con la nuova codifica. Per le emittenti locali invece la transizione alla nuova codifica avverrà per aree geografiche in contemporanea con le tappe del processo di refarming (liberazione delle frequenze in banda 700Hz). Alle emittenti locali non sarà concessa la trasmissione in simulcast dei canali con il vecchio codec Mpeg-2. E’ necessario quindi comprendere se il proprio TV riesce a supportare la variazione di segnale, se va sintonizzato tramite decoder o se è necessario cambiare dispositivo con uno nuovo acquistato a partire dal 22 dicembre 2018. Per approfondire la questione e saperne di più, leggi la nostra guida approfondita sul nuovo standard del digitale terrestre su Unieuro.it.


COME VERIFICARE SE IL TELEVISORE È DVB-T2

Puoi accertarti che la TV sia in grado di ricevere la nuova codifica provando a vedere i canali già disponibili in HD: ad esempio 501 per RAIUNO HD, 505 per Canale 5 HD e 507 per LA7 HD. Se almeno un canale HD sarà visibile, la tua TV è in grado di supportare la codifica MPEG-4. In caso contrario, per potere continuare a vedere l’intera programmazione televisiva, potresti aver bisogno di sostituire la tua TV o il tuo decoder. Infine, puoi verificare che la tua TV sia compatibile con il cambiamento previsto a partire da gennaio 2023 – quando verrà introdotta l’attivazione del DVB-T2 con il nuovo sistema di codifica HEVC Main10 – provando a visualizzare i canali di test 100 e 200; se vedi RAIUNO sul canale 1 allora verifica che sul canale 100 appaia la scritta “Test HEVC Main10”; analogamente se vedi Canale 5 sul canale 5, verifica che sul canale 200 appaia la medesima scritta. Se compare tale scritta, l’apparato è compatibile con il nuovo standard di trasmissione. Se invece i canali non sono reperibili o non risultano chiaramente visibili è opportuno e consigliabile effettuare una risintonizzazione; solo nei casi in cui, anche dopo aver terminato tale procedura, persistessero problemi nel visualizzare la schermata o i canali di test non vengano proprio visualizzati (pur digitando 100 e/o 200 la TV rimane sintonizzata sul canale che si stava già visualizzando) dovrai necessariamente procedere all’acquisto di nuovi apparati per continuare a vedere i tuoi programmi preferiti anche dopo gennaio 2023, quando verrà avviata l’attivazione del digitale terrestre di seconda generazione.


VERIFICA DVB-T2: COME SCEGLIERE IL DECODER

Il decoder è lo strumento che permette al televisore di funzionare qualora non fosse compatibile: consente, infatti, di sintonizzare i nuovi canali permettendo la visione regolare. Ma come collegare il decoder DVB-T2? Il decoder può essere collegato al TV attraverso un singolo cavo HDMI. Qualora il televisore fosse troppo vecchio per supportare la presa, si può optare per un decoder con uscita Scart che tuttavia rende la trasmissione meno chiara e precisa.


NUOVO DIGITALE TERRESTRE: TV COMPATIBILI

I televisori compatibili con DVB-T2 sono molti. I migliori brand hanno infatti lanciato da alcuni anni TV compatibili con nuovo digitale terrestre che non necessitano di ulteriori verifiche per la trasmissione del segnale terrestre. Se la tua TV è stata acquistata a partire dal 22 dicembre 2018, sicuramente sarà compatibile con il nuovo digitale terrestre poiché da quella data i negozianti sono obbligati a vendere apparati che supportano il nuovo standard DVB-T2 e il relativo sistema di codifica HEVC Main10. Puoi quindi accertare che la tua TV supporti i nuovi standard, che verranno attivati a partire da gennaio 2023, verificando che nel manuale e/o nella scheda tecnica della televisione sia presente l’indicazione DVB-T2 HEVC Main10.


NUOVO DIGITALE TERRESTRE: DECODER COMPATIBILI

Diversamente da quanto si potrebbe pensare, non tutti i decoder sono uguali e non tutti sono compatibili con con il nuovo digitale terrestre. È quindi importante sceglierlo in base alle caratteristiche, alle funzionalità, al prezzo, e valutando vari altri parametri. Il nuovo decoder dovrà necessariamente essere dotato di tuner DVB-T2 per essere collegato al TV e dovrà essere compatibile con i servizi di pay TV e TV streaming per poter vedere la TV a pagamento. I decoder per il digitale terrestre possono essere Smart oppure funzionare tramite connessione via cavo o Wi-Fi, e se possiedono un hard disk incorporato permettono di vedere tutti i film e le serie TV che desideri senza problemi. I decoder poi, possono avere formati diversi: quelli più diffusi in commercio si collegano alla TV con cavo HDMI. Altri invece si collegano con la presa SCART che però è sempre meno presente sul mercato. Infine possiedono un telecomando con cui interagire per poter cambiare canale o fare azioni che interessano direttamente il decoder.


Scopri tutti i decoder compatibili

Scopri tutti i TV

E' il momento di cambiare TV!

Scopri tutti i migliori TV di ultima generazione compatibili con il nuovo digitale terrestre, scegli il TV più adatto a te!


BONUS TV

Sebbene necessari per continuare a vedere i programmi TV, i decoder non sono sempre economici e possono rappresentare una spesa non indifferente. Per questo consigliamo di utilizzare il bonus TV messo a disposizione dal ministero dello sviluppo economico. Per saperne di più su valori e criteri di adozione, invitiamo a visitare la pagina dedicata sul Bonus TV.
Clicca qui e consulta l'elenco dei Punti Vendita aderenti.


Domande e risposte sul nuovo digitale terrestre

Tutte le risposte alle domande più frequenti sul nuovo digitale terrestre
  • Mostra di più
    • Quando entra in vigore il nuovo digitale terrestre?
      A partire dal 2023 con modalità che il governo deciderà con un successivo provvedimento, è previsto l’abbandono dell’attuale sistema di trasmissione DVB-T e il progressivo passaggio alle trasmissioni DVB-T2 HEVC. E’ stata fissata per l’8 marzo 2022 l’attivazione in tutta Italia della codifica MPEG-4 per la trasmissione di tutti i programmi delle emittenti televisive nazionali. Tuttavia, alcuni canali nazionali potranno essere trasmessi contemporaneamente anche con il vecchio codec video MPEG2 sino al 31 dicembre 2022, data in cui avverrà la completa dismissione della codifica MPEG-2 e oltre la quale i canali verranno trasmessi soltanto con la nuova codifica.
    • Nuovo digitale terrestre: quali sono i TV compatibili?
      I televisori compatibili con il nuovo digitale terrestre sono tutti i modelli acquistati dopo il 22 dicembre 2018. I modelli venduti tra il 2013 e il 2017 potrebbero essere già in grado di ricevere il segnale terrestre ma molto dipende da televisore a televisore. Tutti gli altri TV, invece, essendo molto vecchi, necessitano di un’integrazione con il decoder.
    • DVB-T2: cosa significa?
      Il termine DVB-T2 significa “Digital Video Broadcasting Terrestrial 2” e sta a indicare che il dispositivo TV può decodificare il nuovo segnale televisivo digitale trasmesso dall'infrastruttura terrestre, tramite la normale antenna televisiva posizionata sul tetto di casa, con codifica HEVC (High Efficiency Video Coding).
    • DVB-T2: quali televisori sono compatibili?
      Come capire se il TV è DVB-T2? Per capire se il proprio TV è compatibile basta accendere il canale test DVB-T2 100 oppure 200 del televisore e vedere se i canali test digitale terrestre sono visibili. Qualora non lo fosse è necessario aggiornare i canali per sintonizzare la TV. Questo è un ottimo modo per verificare se il televisore è DVB-T2.
    • Come collegare il decoder DVB-T2?
      Il decoder può essere collegato al TV attraverso un singolo cavo HDMI. Qualora, in caso contrario il televisore fosse troppo vecchio per supportare la presa, si può optare per decoder con uscita Scart che tuttavia rende la trasmissione meno chiara e precisa.
    • Quali sono i decoder Sky compatibili con DVB-T2?
      La Sky Digital Key non è compatibile con il nuovo standard DVB-T2 HEVC. Tuttavia il decoder Sky Q è già predisposto al nuovo standard DVB-T2 HEVC e pertanto consente di continuare a guardare i canali del digitale terrestre senza dover cambiare la TV.
    • Quali sono i televisori Sony compatibili con DVB-T2?
      La maggiormente parte dei TV Sony della gamma 2017 e successivi sono compatibili con digitale terrestre.
    • Quali sono i televisori LG compatibili con DVB-T2?
      Le TV recenti di LG sono compatibili con le nuove trasmissioni del digitale terrestre.

Assistenza clienti

Scrivici
FILTRI
Suggeriti
Filtri attivi
Ordina per : Rilevanza
  • Rilevanza
  • Prezzo crescente
  • Prezzo decrescente
Reset filtri
Vedi 
Suggeriti
Mostra più prodotti
Confronta
È possibile confrontare al massimo 4 prodotti per volta.
Notifica disponibilità Inserisci il tuo indirizzo mail per essere avvisato non appena il prodotto tornerà disponibile

Effettua il login per aggiungere alla Wishlist Effettua il login per aggiungere alla Wishlist Effettua il login per aggiungere alla Wishlist
Confronta
Effettua il login per aggiungere alla Wishlist
Condividi
Acquista Notifica disponibilitá Ordina In abbinata In abbinata
Descrizione Specifiche Servizi Recensioni
Categorie Marca Prezzo Tutti i Filtri
Visualizza l'etichetta energetica
Svuota Wishlist Rimuovi Prodotto dalla Wishlist Aggiungi Sticker : seleziona prima un prodotto Aggiungi Sticker al prodotto Aggiungi Label : seleziona prima un prodotto Aggiungi una Label Aggiungi Nota : seleziona prima un prodotto Aggiungi una Nota Condividi la tua Wishlist
Informativa privacy